POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

domenica, gennaio 29

SON TUTTI BELLI I BIMBI DEL MONDO....con alcuni amici animali...di Danila Oppio















7 commenti:

  1. Deliziose e rasserenanti queste immagini di bambini e animali. C'era bisogno di questo, di cieli azzurri scossi dal vento, di pianure rosse, animali rossi (a parte il geco verde e il tucano blu), di terra grassa e pastosa...
    La mia tenerezza va al bambino dritto con lo sguardo fiero che stringe con forza a sè la sua capra.
    Sembra che dica: " Non preoccuparti, ti proteggo io! "
    E la capra: " Sì. Ma stammi vicino "
    Angela

    RispondiElimina
  2. Si, Angie, sono stanca di sentire notizie destabilizzanti. Certo non bisogna ignorarle ma hai ragione, abbiamo bisogno di notizie rassicuranti, di immagini di un mondo che è ancora puro e sereno. Sono tutti belli questi bambini, e ne avevo altrettante foto così piacevoli, ma ne ho selezionate solo alcune. A me piace particolarmente quel bambino con i capretto in braccio, piccolissimo e serioso, che è mongolo. Cicciotto da coccolare. Bellissimo il tuo commento. Grazie di cuore. Dani

    RispondiElimina
  3. Sì, di questo abbiamo bisogno. Di ascoltare il canto dell'acqua che rasserena e rassicura portando la vita.
    Oggi anche il mio meccanico era pazzerello e ripensava a quando preparava il pan cake ai suoi nipoti e parlava di gioia nel darla e si chiedeva perchè c'è gente che pensa solo a distruggere...
    Fra solo 50 giorni è primavera.
    Grazie a te per le foto. Arrivate al momento giusto. Angie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Canto dell'acqua? Come vorrei sentirlo! Mi piacciono i torrenti di montagna, dove l'acqua saltella tra i sassi, gelida ma trasparente e pura. Mi piace guadarla, saltando da un sasso ad un altro e sentire come rigenera i piedi stanchi dal lungo cammino sui sentieri montani. La gente non pensa solo a distruggere, ma talvolta si comporta con indifferenza, porta il muso lungo...si lamenta di tutto invece di ringraziare per quello che ha avuto o che ha, si dispiace per quello che non ha. I bambini, anche i più poveri, sono felici di quel poco che hanno. E diceva Gesù: se non ritornerete come bambini...ed io aggiungo...dimenticheremo presto anche di esserlo stati! Ti abbraccio
      Dani

      Elimina
    2. Forse dimenticheremo. Ma il canto dell'acqua si può sentire forte anche a casa. Basta riempire a metà una bella coppa di vetro con acqua frizzante, aggiungere un po' di acqua dell'acquedotto e accostare il bicchiere all'orecchio.
      NdT: Bere con la bocca.
      Angie

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Voglio provarci!!! E certo non berremo con l'orecchio! Ciao Angie e grazie per questo scambievole dialogo!

    RispondiElimina