POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

lunedì, giugno 5

OH, BABILONIA! di Danila Oppio


Bruegel: particolare torre di Babilonia


Oh, Babilonia!

Dum ses jaroj mi laboris
Perfekigante kaj provante la lingvon
Kaj mi havis sufice da laboro
Kvankam en la jaro 1878 al mi sajnis
Ke la lingvo jam estas tute preta.
(Ludwik Leitzer Zamenhof a Borovko

Oh, Babilonia!

E’ una Torre dove la gente
Più non si comprende
E non solo a ragion della lingua diversa
Di gente nel mondo dispersa

Oh, Babilonia!

S’insegnano a scuola inglese e francese
Spagnolo russo arabo e cinese
Rimane però difficile comunicare
Se non si accetta di imparare
Una lingua universale, che accomuni
Ogni popolo ogni Nazione ogni etnia
Che ci permetta nel linguaggio autonomia

Oh, Babilonia!
Quella torre è stata una follia!


Zamenhof ha avuto la giusta ispirazione
E quella Torre babilonese sarebbe evitata
Se la sua nuova lingua fosse stata accettata
Da ogni popolazione, ma ancora quanto
È sconosciuto ai  più il Dottor Esperanto!

Danila Oppio





Nessun commento:

Posta un commento