POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

venerdì, marzo 17

Primo Premio al Concorso Hostaria delle Immagini - Danila Oppio

Gent. Danila Oppio, sono lieta di comunicarle che la sua poesia si  è classificata al Primo Posto. Complimenti e cordiali saluti
 La coordinatrice Carla Maffini
CONCORSO NAZIONALE DI POESIA E FOTOGRAFIA
 Il Circolo Culturale e Ricreativo “HOSTARIA DELLE IMMAGINI” di Cortemaggiore, ha indetto il concorso di poesia e fotografia la cui premiazione è avvenuta domenica 12 marzo 2017. Tra le varie sezioni, la poesia a tema libero inedita in lingua italiana
SONO LA TUA OMBRA INNAMORATA
di Danila Oppio ha ottenuto il Primo Premio.
1°Classificato (trofeo e diploma d'onore con grande medaglia aurea)




Sono la tua ombra innamorata


Sono la tua ombra innamorata
Tu non mi vedi, ma ti sono accanto
Sempre, nella vita, ti ho cercata
Musica che accompagna il canto

Lungo il percorso del cammino
Ho seguito le tue orme sull’asfalto
E dentro le aiole del tuo giardino
Resto immersa nel dolce incanto

Ti chiami cultura, arte e poesia
E ti seguo con grande passione
In ogni istante ti sento più mia
Ti rincorro, come fosse una missione

Sono la tua ombra innamorata:
L’orma dei tuoi piedi sul selciato
Della vita, estatica e ammaliata
Nell’ascolto d’un verso appassionato

Tardi, amore mio, ti ho incontrato
Ma, nel silenzio di una vuota stanza
Sempre risuona il motivo desiderato
Di un concerto grosso in risonanza

E come lunga ombra nel tramonto
Resto incollata ai tuoi saldi piedi
Forse non potrò mai vederti in volto
Mai io sarò là dove tu, calma, siedi.

Danila Oppio


Nessun commento:

Posta un commento