POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

martedì, marzo 17

Antologia del Premio Nazionale 2014 per la poesia edita LEANDRO POLVERINI

L'autore Tommaso Mondelli ha partecipato a questo importante Premio, con la sua silloge poetica Un fiore alla finestra, per il quale ha conseguito il sesto posto nella sezione Poesia realista, con la seguente motivazione, presa dalla prefazione di Danila Oppio:

"La sottile ironia, nel guardare al mondo attraverso la lente d’ingrandimento, e scoprirne i difetti, gli errori, per poi tramutarli in quartine, così come accarezzare i ricordi, è per il poeta un gioco a rimpiattino, scherzando con i versi. La musicalità non manca, le sue rime sono alternate, come certi passi di danza dalle dolci movenze".



Ai vincitori del premio, è stata dedicata un'antologia, nella quale sono riportate le biografie degli stessi, e una loro poesia tratta dalla silloge premiata.

Ed ecco la poesia di Tommaso Mondelli, ivi pubblicata.

L'ho cercata

T'ho cercata all'inizio del mondo
Guardato attorno per tutta la vita
Ora ti vedo nel cerchio rotondo
Più lontana e ancora più smarrita.

Se attendo ancora sull'arida sponda
Sento un richiamo lontano lontano
Or sei in attesa che io ti risponda
Appena ti sporgi è qui la mia mano.

T'ho già vista ma non t'ho veduta
Quel sogno che attende il segnale
Or che cammini sull'acqua caduta
Tornare è quel tutto all'originale.

Se quell'alone che ancor ti circonda
Dietro è qualcosa ch'io ti raggiunga
Fosse un'uscita che muovesi tonda
Io ti raggiungo sull'onda più lunga.

Se non mi vedi, ancor non mi senti
Lascia lo sguardo ch'è fisso su te
Resto nel credo di quei sentimenti
E il sogno dei sogni ti parla di me.

Tommaso Mondelli

Nessun commento:

Posta un commento