POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

mercoledì, marzo 14

E' QUASI PRIMAVERA....di Danila Oppio

Stamattina avevo voglia di primavera, anche se è ancora inverno, e da quel che sento dire, dovrebbe perfino arrivare il Burian 2, entro una settimana. Spero che i meteorologi si siano sbagliati, perché mi spiacerebbe che questo piccolo angolo fiorito, appena  allestito sul mio terrazzino, debba rovinarsi.
Non posso più piantare fiori nel giardino, con Chance che se li mangia tutti, e che pota ogni cespuglio fino alla radice della pianta. Allora ho pensato che, per godere dei colori che la natura offre a piene mani (sempre che le abbia, le mani!) dovevo trovare rimedio. 
Occuparmi di giardinaggio è una delle mie passioni, e serve a darmi allegria, in quei momenti in cui le persone che mi circondano si rivelano grigie, e le parole che pronunciano, addirittura nere. Ci sono giorni che ti chiedi perché certa gente ama affondare pugnali nel nostro cuore, immotivatamente. Ti chiedi perché tanta cattiveria gratuita, perché tanto rancore che arrugginisce i rapporti. Perché non entrano nel modo di vedere altrui, convinti che solo il loro pensiero sia l'unico accettabile! Persone che si divertono a demolire gli altri, trattandoli come fossero nullità, quando invece dagli altri hanno avuto a piene mani. 
E quel poco che loro, in un breve attimo di generosità, hanno donato, lo rinfacciano come se avessero creato il mondo. Persone che, senza avvedersene, accusano il prossimo dei loro stessi difetti. Li vedono negli occhi degli altri, e non si accorgono che, proprio negli occhi di chi accusano ingiustamente,  si specchia la loro anima. Persone che ti tagliano e cuciono gli abiti addosso, ma sono quelli che appartengono a loro, e non possono andar bene a tutti. Persone che si divertono a stravolgere il pensiero altrui, modellandolo a loro piacere, falsandolo perché non si sforzano di capire gli altri. Vogliono solo essere compresi, ma degli altri non gliene importa nulla a meno che l'altro non faccia roteare il turibolo degli incensi, il cui fumo profumato li possa avvolgere interamente. Ci sono persone tanto vicine a Lucifero, che si sono connaturate con l'angelo del male.

Allora mi rivolgo ai miei amici gatti e cani, alle piante e ai fiori, che sanno donarmi gioia e affetto. E portano la pace nel cuore. 
Danila Oppio


 La fioriera del balcone avrebbe bisogno di essere tinteggiata, 
perché l 'inverno l'ha danneggiata


Angolo relax, dal quale mi godo la fioritura

Vista sulla fioriera grande, dove stanno per sbocciare 
i narcisi, le giunchiglie e i muscari, che si affaccia sul giardino, dal quale si vedono  l'abete e la palma

Nessun commento:

Posta un commento