POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

mercoledì, febbraio 26

Galleria d'arte: Joaquin Sorolla

PITTORE E SCULTORE, JOAQUÍN SOROLLA

"Joaquín Sorolla y Bastida" nato a Valencia nel 1863 e morto in provincia di Madrid nel 1923 è stato uno dei pittori e artisti grafici più prolifico dell'epoca, con più di 2200 opere catalogate. Rimasto orfano con appena due anni viene accolto e cresciuto dalla famiglia di zii.
Condivise lo studio al pian terreno che si trova in "Calle Las Avellanas, 12" a Valencia con  José Vilar y Torres, Benlliure y Pinazo.
Al termine della sua formazione cominciò ad inviare opere a concorsi provinciali ed esposizioni nazionali di belle arti, grazie alle quali vinse svariate medaglie come "Exposición Regional de Valencia" del 1883 e "Medalla de Segunda Clase en la Exposición Nacional" nel 1884. Pagato dalla "Diputación Provincial" di Valencia, Sorolla viaggia a Roma dove conobbe l'arte classica e rinascentista, così come grandi musei e svariati artisti da studiare e con cui confrontarsi.

Si sposò nel 1888 a Valencia e nel 1889 cominciò a vivere a Madrid dove in pochi anni riusci ad ottenere una buona fama e prestigio come pittore. Svariati viaggi a Parigi  hanno contribuito a portare l'artista a dipingere all'esterno, all'aria aperta, apprendendo cos'i a dominare la luce combinandola con scene di vita quotidiana e paesaggistica.
Nel 1900 fu contattato dallo scultore Ricardo Causarás Casaña, che chiese a Sorolla di posare come modello per una scultura in terracotta e gesso da presentare all'Esposizione generale delle Belle Arti di Madrid. Sorolla accettò e la statua fu premiata all'esposizione con questo titolo "Consideración de Medalla de Tercera Clase en Escultura". La statua rimase esposta a Valencia dal 1901 al 1925 nella sala principale del "circolo delle belle arti", fino a che venne regalata al comune di Valencia e da quest'ultimo posizionata nei giardini reali, "Reales Jardines de los Viveros".
Per questo gesto Valencia dedicò una via della città all'artista, "Calle Joaquín Sorolla".
Molti i viaggi dell'artista in tutta Europa, ma fu un'esposizione a Parigi che diede riconoscimento internazionale alle sue opere. Cominciò ad esporre anche in America. Diversi lavori importanti commissionati da istituti artistici di grande rilievo lo portano a diventare professore accademico a Madrid.http://www.guidavalencia.com/turismo-cultura-valencia/musei-esposizioni-valencia/39-museo-belle-arti-valencia?lang=it
Morì a "Cercedilla", provincia di Madrid, nel 1923. Nove anni dopo la sua morte la sua casa fu riaperta come "Museo Sorolla".
A Valencia, alcune delle sue opere sono esposte nel "Museo delle Belle Arti" all'interno di una sala dedicata interamente al pittore. Per avere più informazioni riguardo le opere dell'artista presenti a Valencia consigliamo di seguire questo collegamento.
Porta il suo nome anche la nuova e temporanea stazione dei treni dedicata all'alta velocità. Segui il collegamento per avere informazioni riguardo questa stazione.
















Ringrazio il pittore Oscar Bruno Munari per avermelo segnalato!

Nessun commento:

Posta un commento