POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

domenica, febbraio 2

Scoperte due nuove poesie di Saffo su un frammento di papiro del III secolo.

                                Statua di Afrodite - (Scuderie del Quirinale - Olycom) 
Un frammento di papiro del III secolo ha permesso di rivelare due poesie di Saffo mai viste prima d'ora. A compiere la scoperta è stato lo studioso Dirk Obbink, dell'università di Oxford, che ha ricevuto da «un anonimo collezionista» il frammento su cui erano custodite le opere. Della grande poetessa greca, vissuta sull'isola di Lesbo tra il VII ed il VI secolo a.C. rimaneva fino ad oggi pochissimo.


In particolare, secondo quanto riporta nella sua versione online l'enciclopedia Treccani, «soltanto un'ode intera, un'altra mutila alla fine ampî frammenti spesso di lettura difficilissima e disperata, ritrovati in gran parte nelle scoperte papirologiche recenti; molti altri frammenti, di uno o due o pochissimi versi, sono conservati da citazioni di grammatici e metricologi antichi».
Come ha spiegato Obbink al Times, in una delle due poesie si parla di Carasso e Larico, considerati da alcune fonti come i fratelli di Saffo. E questa sarebbe la prima volta che in un suo componimento vengono citati i loro nomi. Mentre la seconda poesia è una sorta di ode ad Afrodite, la divinità greca dell'amore.
Il sole-24 ore

Nessun commento:

Posta un commento