POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

venerdì, luglio 1

Poesia violentata


Poesia violentata

Hanno deflorato la poesia.
La mia, costringendola
a percorrere un binario
morto, privo di alcuna
desiderata destinazione.
Nessun treno lo percorre.

L’han voluta soffocare
con la metrica, le quartine
imbrigliando la fantasia
frenandola con le rime
che limitano il mio sentire
rotolando nel banale.

Sapete? Non m’appartiene.
Volevano fosse un florilegio
ma mi hanno retrocesso
in un tempo antiquato
che non è più attuale.
È caduta così nel sacrilegio.

Quei versi composti
allineati come soldatini
m’impediscono i passi.
Mi fanno la guerra.
Violentano i miei pensieri
tarpando le loro ali.

Lasciate che i miei versi
siano privi di catene
liberi di esprimersi
assecondando l’inventiva.
E se talvolta cade in rima
siatene certi, non se ne priva.

Danila Oppio
Inedita

Nessun commento:

Posta un commento