POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

mercoledì, luglio 9

Sosia? Quasi....

Dicono che nel mondo abbiamo più di un sosia. Mi sono trasferita a Legnano oltre 20 anni fa. Un giorno, entrando nella panetteria vicino a casa, venni avvicinata da un signore anziano, che mi salutò con grande entusiasmo. Lo guardo e gli rispondo: "ma ci conosciamo?". E lui, di rimando: "Ma cosa dici? Ti conosco da quando eri piccola così".
"Mi spiace, caro signore" - gli dico - "abito in questa città da pochissimo tempo, non può mai avermi visto da bambina!". Lui, con sguardo smarrito e voce delusa, si rivolge alla fornaia dicendole: "ma cosa le ho fatto, che finge di non conoscermi?".  Davvero non era possibile ogni conoscenza, poiché vivevo a Legnano da pochi mesi. 
Trascorre del tempo, e andando alla Messa, mi viene incontro, sorridente, una signora, che mi abbraccia e bacia con trasporto. Le chiedo chi fosse, visto che non la conoscevo. Mi risponde: "Ma signora, non si ricorda di me? Ho lavorato a casa sua come domestica per tanti anni!". Oh, mio Dio, che mi sta succedendo? Sto vivendo una seconda vita? Qualche tempo dopo, vado al funerale del marito della mia vicina di casa. Presente anche il figlio che vive da anni negli Stati Uniti. Mi avvicino per porgergli le mie condoglianze, e questi, mi bacia e abbraccia come fossimo vecchi amici. Gli chiedo: "ma lei sa chi sono io?". Mi risponde, sicuro: "Certo che lo so, ci mancherebbe altro che non ti conoscessi! Siamo amici di vecchia data, Franca!". A questo punto, ho capito di avere una sosia che mi somiglia in maniera straordinaria. Vorrei poterla incontrare, per accertarmi di tale somiglianza!
In modo analogo, succede per un amico poeta e scrittore, di cui conservo qualche foto. L'altro giorno, una mia amica pittrice, mi fa pervenire due foto relative ad una premiazione artistica. In queste immagini, ravvedo una certa somiglianza, seppure l'artista ritratto sia più giovane dello scrittore di parecchi anni. Ho pensato: "potrebbe essere suo figlio, ma i cognomi non coincidono". O potrebbe trattarsi un un altro caso di notevole somiglianza. O forse mi sbaglio? Ho inviato le foto del pittore allo scrittore, e lui mi risponde: "si, mi somiglia al'80%".

ecco il raffronto:






A questo punto la domanda sorge spontanea, come direbbe Lubrano: è solo il pizzetto che accomuna questi due personaggi, così come li accomunava quello di Paulo Coelho e di Giorgio Faletti, oppure c'è davvero anche nei lineamenti del viso qualcosa di simile tra loro?

Danila Oppio

Nessun commento:

Posta un commento