POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

domenica, febbraio 14

Cerberus tres latratus semel edidit parte seconda) Roberto Vittorio Di Pietro


CERBERUS
TRES LATRATUS SEMEL EDIDIT (*)
(Versi bestiali quasi
– quasi?… -
impubblicabili)

I.

IL FASCINO INDISCRETO
DI  UN’ALTRA  TRAVAGLIATA  BORGHESIA
-       a Luis Buñuel, quarant’anni dopo   -

“Ciao, Simo…sono Cinzia… Sabri c’è?...
Occhèi, occhèi…lo dico intanto a te…
(mi SENTI? Qua ci ho il cell ch’è quasi a terra…
e poi sono sul pullman, un…caasinoo!!…)
Abbiamo combinato con la Ketty…
per una cena…o un…eppiàuer, diciamo…
in qualche pizzorante nei dintorni.
Mercoledì…poi sabato magari…
ci invita tutti quanti a casa sua…
o andiamo dalla Lussy …si vedrà.
Un bel gruppetto, te lo garantisco.
Già fatto un giro di telefonate.
Anche alla Gaia col suo ex…Carmelo…
Carmelo Fazio…son rimasti amici
mooolto di più da che si son lasciati.
Capisci di chi parlo?…sì o no?
Ora son pappa e ciccia…da non credersi!
Un buon divorzio è quello che oggi salva
dai mali più incurabili! L’ho detto
a tua cognata… proprio l’altro giorno:
smettila, cara! coi pellegrinaggi…
regali i soldi ai preti…e ti massacri!
Dai retta ancora…ai santi?! Non ti serve
correre fino a Lourdes per sti miracoli.
Cioè, lo sai che tuo fratello Efisio
è un porco maschilista come pochi…
con lui la vita è un incubo…per me
l’avrei mandato a stendere da un pezzo!
Torniamo a noi…mi ascooolti?... Quella Gaia…
 certo che la conosci! Figuriamoci!
Cioes-sai chi è…la tizia che fa jogging…
 durante il break…là intorno a Piazza d’Armi…
Ehn? No! Non la biondina…quella rossa…
con la frangetta viola, o più sul prugna…
cioè tinta, se la guardi te ne accorgi…
           quella che si faceva…ma n’è uscita…
(così si sente dire…sai com’è).
Comunque sia…la trovoo…rifiorita…
 Adesso sulla spalla ci ha persino…
due foglioline… verdi… e una corolla…
tatuate, si capisce…carinissime!..
 Come! non  hai presente! Un po’ piattina
sul lato B, ma snella e ‘coscialunga’…
così la chiamavate… tu e il tuo amico.
Ehn? Quale?! (ma cos’è questo…baccaano?
sembra una tele accesa…) Ehn? ti dicevo…
 cioè quello palestrato…il nuotatore…
quel figo coi capelli tipo rasta…
che sta nel tuo palazzo…scala C.
Scuro di pelle…un poco…sul mulatto…
Massìiii! che fa Brunetta… di cognoome …
e appena si presenta…uh, da moriiire!…
precisa sempre, a tutti, puoi giurarci…
che lui non è pa-ren-te!…che si tratta
solo d’un puro caasoo…omatopeico.
Lòoris! Mi viene adesso…Ehnnn? Be’, vabbè…
 lasciamo pure perdere, per ora…
Sei nel pallone, e basta…non ci piove.
 Riprenderemo quando ci si vede.
Quasi dimenticavo!…c’è anche Jessy…
Jessica Perdifumo …(e avverti Sabri
che a Gaia glielo dico io… stasera…)
 te la ricordi …di sicuro…quella…
napoletana…o di Caserta? forse…
che quando parla sembra la sorella
di Massimo Troisi! Un vero strazio!
Massìiii, che la conosci…come no!
Culona!…marca Mèrkel… che studiava 
danza del ventre… afrocubana, eccetera…
con quel maestro, Abdùlla, un tipo in gamba…
sìii, che l’avevi vistooo! – quel bel moro
(da urrrlo!, iihhh, fatti dire anche da Sabri,
che roooba!) cioè il…docente… lì, alla scuola
dove  andavamo insieme…anch’io e Sabrina.
Potremmo anche invitarlo?…e perché no!
Sapessi, fa un cuss-cùsss!…Ecco un’ ideaaa!…
Chiamo anche lui…e vedrai se non s’aggrega
  portando anche il kebàb! Ehnn?  Nonnn… ti va?...
L’etnico, come cibo, oppure…oppure…
 il vero inghippo è un altro? E…se t’aggiungo
che adesso insegna?… da sei mesi e fischia?…
Psicoqualcosa all’Istituto…(oh, cazzo!
guarda se adesso!…ah ecco, ora mi viene…)
l’Esperiaa! che hanno aperto un anno fa…
cioè quello di Via Goito…sai dov’è.
Insomma è un laureato, quasi un medico…
non certo un clandestino… come troppi.
Ehnn? Cooosa? E pparla…forteee!…non capiscoooo!.
Minchia, ma vuoi alzarla quella voce?...
Qui se non urli non ti sente un cristo!
Con tutte ste… burkate…marocchine…
che stanno al cell per ooore! A blaterare!
in cento lingue…nere…da zulù.
Fiuuuumi di…parolacce! a ruota libera…
Mi dici dove prendono i… soldini?…
 se il credito ce l’hanno sempre a posto?
Bàt-to-nooo… eh, io le fiuto… da un chilometro…
Pagassero il biglietto, perlomeno!…
Mai un controllore in giro!… Quando serve.
Certo che strillooo! Lascia che mi sentano
Almeno loro…visto che tuuu…eehnnnn? 
T’ho detto diii…e avvicìnala, sta bocca!…
Così va meglio…co?…coccò…sa… diiiciiii?
Leghista?! a un’im-migra-ta?...cazzo! è il colmo…
Nata in terronia…occhèi? e ne vado fiera!
Ah, sì? e BOR-GHE-SE… puure?! E va’ a cagare!!!
Risparmia le… battute!…alla grillina.
 Ti son tornate in gola le tonsille?
E lui?... che fa il ruffiano sinistrorso?
buonista, antirazzista, mentre… invece…
s’abbuffa da nababbo a destra e a manca
con tutti i VIP… nei localini top!…
Magnacul-tuura, voi!…E vaffancùffia.
Poi se son ladri, quelli che t’alluzzano…
purché facciano i… finiiii…coi labbruzzi
a culo di gallina, te ne sbatti!
Se trovi un sardo, sputi sul tuo sangue?
Mi fa il…continentale, lui! Vergògnati!
No, zitto lì. Ora parlo con…tua moglie.
Passami Sabri…e basta con le chiacchiere.
Sbrigati, che fra un po’ già devo scendereee…
Non può?... L’hai strangolata sul bidè?...
Falla resuscitare…e fallo in fretta.
Subito, se no qui! tra un po’si scazza…
anche l’autista… Eeeh? Scuuusa? …cioè…cos’è?…
che…faaa?... Aah ecco, sta guardando unn…film?!
Ma son le dieci…e un quarto… venti, quasi…
le dieci del mattino, e già… alla teleee?...
Ehn?... Sky?…Beati voi che ce l’avete.
Di chi?!...Ah, Bùgnu Lele?  Ooh, un grann…regista?…
Ci credo!... Mai sentito. E allora, teee…
dài,  vattelo a sugaare stooo…beduino!…
 se io… ripeto io, Cinzia Prestìaaa…  
 vi avrei… interrotto il cine… sul più bello!
E voi…sareste… a-mi-ci? Manco più
 parlarvi per telefono si può!
 Tutte le volte che si cerca di…
di contattarvi con un certo anticipo…
per programmare una serata insieme…
trovarci tutti quanti…in compagnia…
per due spaghetti o, che ne so… al cinese…
riuniti se non altro per scambiarci…
quattro parole in croce… da cristiani…
Prrronto? Ci sei?...Ma guàrdalo, sto strooonzo!
Ha pure riattaccato, sto…merrrdoso!
Bor-ghe-se, a me…no! questa me la paghi!
Sanna Simone, occhèi…con me non scherzi.
In casa mia mai più ci metti piede.
E leei…che cazzo ascolta!…lì al volante!…
Pensi a guidare, che di furbi intorno…
a far campana, ce ne basta e avanza.
  Sentiiiito? il cam-pa-nello?…Adesso…micaaa…
Sto idiooota! M’ha… saltato la… fermaata!!!”


Nessun commento:

Posta un commento