POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

giovedì, maggio 15

OMNIBUS silloge poetica di Tommaso Mondelli


Autore: Tommaso Mondelli
Titolo: Omnibus
Editore: Gli Occhi di Argo
Anno di pubblicazione: 2013
Numero pagine: 222
Copertina: cartoncino rigido brossurato
In copertina fotografia di Saverio Caiazzo
Formato: 14,5x21
Progetto grafico: MITO graficamito@gmail.com

Codice ISBN 978-88-97421-42-9
Prezzo di copertina euro 10,90
Spese di spedizione euro 3,63 (raccomandata postale)
Per info e ordini: gliocchidiargo@gmail.com
e.mail autore: tommaso.mondelli@yahoo.it

Nel  numero della Rivista Talento, titolata IL CIELO, della Lorenzo Editore, è inserita la recensione del giornalista Roberto Tassinari. Sono lieta di presentarvi sia il libro del poeta-scrittore Tommaso Mondelli, che la recensione stessa.

La silloge Omnibus di Tommaso Mondelli deve la propria originalità al felice connubio tra i testi dell'autore (poesie e riflessioni in prosa) e le centinaia di citazioni tratte dalle opere di altri scrittori e inserite pagina dopo pagina. Sin dalle liriche iniziali si intuisce quale sia il bersaglio prediletto di Mondelli: il novantatreenne poeta del Cilento, trapiantato a Pinerolo, scaglia i propri strali contro la casta dei politici, rea di aver condotto l'Italia alla rovina.
Significative in proposito le strofe conclusive di Se monti stai bene: "Le danze son già cominciate/chi sale chi scende le scale/le truppe son già radunate/con altre poltrone e caviale".
Per Tommaso Mondelli i politici sono in gran parte:"Mazzieri e traduttori/mendicanti di consensi/di straccioni e protettori/e mercanti fuori sensi" (Quel mentire); "Arroganti,bugiardi e manichini" (I deputati)
L'autore affronta gli argomenti più disparati dalle tasse alla legge elettorale, dai tomini di Talucco al naufragio della Concordia, dai letti dei fiumi pieni di rifiuti alle case costruite dove non si dovrebbe, dalla condanna della guerra all'importanza di una alimentazione corretta, dal problema provocato dall'incivilità dei proprietari che non puliscono gli escrementi dei loro cani alla leggenda legata alla Santa Casa conservata presso il Santuario di Loreto.
Quanto alle citazioni ci limiteremo a ricordarne alcune particolarmente apprezzabili: "Le ombre sono più brave: fanno le stesse cose senza sforzo" e "I roghi non illuminano le tenebre" (S.J. Lec); "L'utopia di un secolo spesso diviene l'idea volgare del secolo seguente" (C. Dossi); "L'evo moderno è finito. Comincia il medio evo degli specialisti. Oggi anche il cretino è specializzato" (E. Flaiano); "Un ramo di pazzia abbellisce l'albero della saggezza" (A. Morandotti).
Il posto d'onore spetta indubbiamente a Oscar Wilde: "Oggi si conosce il prezzo di tutto e il valore di niente"; "Una maschera racconta molto più di un volto"; "L'unica differenza tra un santo e un peccatore è che ogni santo ha un passato e ogni peccatore un futuro" e infine "Proprio quando gli dei vogliono punirci, esaudiscono le nostre preghiere".

Roberto Tassinari

Nessun commento:

Posta un commento