POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

mercoledì, marzo 30

Canone RAI






Adesso c’è questa solfa del canone Rai.
Ho sempre saputo che, per il possesso di un televisore, si paga allo Stato una tassa.
Siccome appartiene al tipo di tasse che si passano nel dimenticatoio, se non si conosce il fatto che è il possesso del tv che accende la tassa, molti per anni non l’hanno pagata.
E’ l’evasione permessa ai piccoli.
Che, adesso, chiamati allo scoperto con la bolletta della luce, saltan fuori che loro o non hanno il tv o non guardano le reti Rai.
Per i primi il problema non sussiste, non essendo in possesso di un tv.
Per i secondi, il problema è che la tassa dovuta sul possesso del televisore viene poi erogata alla Rai e non ad altre emittenti?
E allora, perché quest’Italia amante delle altre emittenti non propone un referendum? Che mette in gioco tutte le tv sul mercato?  Così spendiamo tutti un altro bel po’ di soldi per il referendum e intanto i piccoli evasori ce l’hanno vinta per un altro po’.

Angela Fabbri








Nessun commento:

Posta un commento