POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

lunedì, luglio 29

I santi ci proteggono?

San Jago de Compostela
San Padre Pio da Pietralcina















Ma che succede?




Qualche giorno fa, l’incidente ferroviario in Spagna.  I vagoni carichi di pellegrini diretti a Santiago di Compostela.
Ieri sera, un pullman è precipitato da un viadotto in Irpinia, altri pellegrini che tornavano da una visita alla Basilica di San Padre Pio.


Coincidenze? Mi chiedo: ma questi santi, come mai non hanno protetto coloro che speravano nel loro aiuto? Mi direte che è la stessa domanda che si pongono quelli che, subite grandi sventure, si chiedono dove fosse Dio in quel momento. Si, è proprio così, e me lo chiedo spesso anch’io. Dove sono in nostri santi protettori, in questi frangenti? Hanno girato la testa, guardando altrove? O non sono così tanto santi da poter intercedere presso il Signore, e ci siamo sbagliati ad innalzarli agli altari?
Sono una credente, ma quando succedono queste disgrazie collettive, proprio a pellegrini che si recavano, o si sono recati, in luoghi di culto, la mia stessa fede subisce una forte scossa.
Preghiamo per questi morti, speriamo che Dio li abbia già accolti nel Suo Paradiso, poiché lo meritano. Mi auguro che quegli incidenti siano stati per chi li ha subiti, la direttissima per il Cielo.


Danila Oppio

2 commenti:

  1. Cara Danila..no non penso sia l'Altissimo ne i Santi a volere o meno cosi forti disgrazie, io sono sempre più convinta che Il Signore ci ama più di se stesso. Ma a nessuno viene in mente quanto abbia sofferto Dio quando Satana vedendo che avevamo un corpo e vita eterna su una terra creata per noi..Satana ci odiò talmente che volle privarci col peccatodella vita che ci aveva donato Dio!! Quanto avrà sofferto Dio..noi..la Sua creazione amata e pensa quanto dolore per chi perde un parente o una persona amata tanto più pensa quanto Dio avrà sofferto e per salvarci ha dato il Suo unico figlio in sacrificio per noi..e noi chi siamo? Siamo i figli di Dio non dimentichiamolo!! Neanche quando Satana fa e farà di tutto per allontanarci da Lui ci porterà la morte come aveva già fatto in passato..ma Dio ci ridarà la vita eterna. Piutosto preghiamo per noi e i parenti che Dio ci dia la forza di resistere agli attacchi di Satana che sapendo di avere fine per sempre agli ultimi tempi farà di tutto e di più in suo potere per distruggere la creatura di Dio. Non cadiamo!!! Aggrappiamoci alla roccia della parola di Dio!! Anche se ormai siamo pecore senza pastore Dio ci salverà!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anonimo! Come vorrei che imparaste a mettere il vostro nome, se usate l'opzione "anonimo"!. Io la penso esattamente come te, non per nulla sono una carmelitana secolare. Questo mio scritto, è semplicemente una reazione a queste due disgrazie tanto concomitanti...Non si tratta di gente che andava a divertirsi o in vacanza. Erano persone che tornavano o andavano ad un pellegrinaggio. Che devo pensare? Che il Signore le ha volute subito per Sè? Forse. Oppure no. Incidenti ne accadono in continuazione, quindi dovremmo rassegnarci al fato? Perché siamo pecore senza pastore? Dio c'è sempre, nella nostra vita, e anche il suo Vicario, che nel caso di Papa Francesco, è davvero ben spalleggiato!
      Non ho mai detto, e ci tengo a precisarlo, che è Dio a volere certe disgrazie. Succedono e basta. Ma in certi casi, sarebbe auspicabile che Dio o i Santi che intercedono, impediscano certe tragedie. Chi non ha fede, o chi ne ha poca, fa presto a sostenere che Dio non c'è, e a domandarsi chi siano i santi, e se lo siano davvero. Mi sono limitata a mettermi nei loro panni, nei panni di chi ci ha rimesso la vita, e di coloro che piangono i loro morti, di chi non ha fede, di chi la potrebbe perdere attraverso dure prove. Ma chi ha fede, e lo si sente dal tenore del tuo commento, non la perderà di certo, anche dovesse subire ferite nell'anima e nel corpo, dolorosissime! Grazie del commento e un caro saluto

      Elimina