POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

giovedì, luglio 18

L'Italia è ufficialmente entrata...Nell'ERA della SDENTIZIONE di Angela Fabbri

 Forse sarò distratta, ma se l’anno passato sono trascorse anche le famose liberalizzazioni, mi chiedo adesso perché non ho mai sentito parlare dei DENTISTI.
E vorrei chiedere ai nostri politici, che nelle liberalizzazioni si erano messi, perché non hanno anche pensato di liberarci dai dentisti da studio privato, liberalizzando le capsule e i ponti (altro che quell’unico Ponte sullo Stretto).
Fra non molto il mondo politico che ci governa dovrà mostrare al mondo un nuovo Paese Italia: il Paese degli SDENTATI.
Dopo quello dei Campanelli e quello dei Mandolini.

In natura, nella classe dei Mammiferi (e noi esseri umani ne facciamo parte), esiste l’ordine dei MALDENTATI. Fra essi si annoverano principalmente il Bradipo e il Formichiere. Analizziamoli per un secondo:
Il BRADIPO. Creatura dal metabolismo lento e dalle movenze molli (già noi italiani ci dipingono come persone poco facenti o nullafacenti, forse il bradipo ci si addice).
IL FORMICHIERE. Questo qui invece si dà un gran da fare a raccattare formiche. Che se l’avessi avuto in casa a febbraio, quando inaspettatamente giusto le formiche, uscite molto in anticipo dai loro accampamenti invernali, decisero di sferrare l’offensiva in cucina partendo da dietro il lavello, come l’avrei utilizzato! (Ma noi italiani non siamo proprio noti per essere superlavoratori, quindi qui noi non ci siamo).
I Maldentati … la natura stessa ha provveduto loro il cibo giusto per i loro denti scarsi o assenti.
Ma noi? La natura di tutti i nostri governi è stata tesa a toglierci le possibilità di sostentarci e infatti a furia di dai e dai di prendi e prendi, adesso accedere a uno studio dentistico privato è diventato pressoché impossibile ai più.
Non so come siano messi i vostri denti, me li auguro belli bianchi lucidati coi dentifrici che promettono di ricostruirne i danni, coi fili interdentali che logorano le gengive ma sgurano lo sporco rimasto incastrato… I miei appartengono alla categoria DENTI  in via d’ESTINZIONE e non lo dico per farmi commiserare. Si comportano un po’ come le stelle, per usare un paragone cosmico, quando si ripiegano su se stesse e si trasformano in un buco nero.
Purtroppo noi Mammiferi della serie umana non siamo POLIFIODONTI (a dente che cade, dente che ricresce), siamo solo DIFIODONTI, cioè abbiamo due dentizioni, quella di latte e quella permanente.
Così non c’è speranza . A meno che … le cellule staminali! Quelle li fanno ricrescere, i denti.
Quali sacrifici dovremo fare per averle operative e ottenere così l’estinzione dei gabinetti dentistici privati? Un po’ così: alla dente per dente!
Concludo con una breve riflessione. Sempre più spesso mi sorprendo a guardare le librerie che ho in casa e mi sono costate fior di sacrifici, valutandole con occhi nuovi: Questa costa 1 capsula, quest’altra ne costa 2 … Ah no! Questa costa quanto un ponte a 4 denti. E mi sovvien di nuovo il Ponte sullo Stretto.
Vi ho parlato di SDENTIZIONE. Che è un’altra età dell’essere umano. 

Angela Fabbri
(Fe,  17 luglio 2013)


2 commenti:

  1. Mi sembra che il pezzo qui sopra sia venuto proprio bene. Grazie, Dani. Spero che ne faremo altri insieme.
    Angie (Angela Fabbri)

    RispondiElimina
  2. Ma certo, Angie! Tu scrivi, e scrivi benissimo, io impagino e illustro! Una collaborazione davvero affiatata.

    RispondiElimina