POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

giovedì, novembre 3

RICORDI di Vittorio Locchi


    Te lo rammenti quando mi cantavi:
     - Fiore fioretto, fior di malvasia – ?
     quando mi ripetevi: – Anima mia –?
     quando con gli occhi vivo mi mangiavi?

     T’avevo dato allor tutte le chiavi
     del cuore, e tu ci stavi in signoria:
     avevi attorno a te per baronìa       
     le muse, e pegasei e i sette savi.
    
     Ma lo sapevi che non erano vezzi,
     capelli e trine; e te lo ricantavo.
     - Frullerai via avanti che finisca -

     Ora non ho, ahimè, chi mi carezzi,
     chi mi diverta, ahimè, chi mi fa schiavo,
     chi mi sbaciucchi, ahimè, chi mi tradisca!

                     Vittorio Locchi 


1 commento:

  1. Questa è dolcissima e mi ricorda le poesie di Massimo di Simone Pierfederici...
    Angela Fabbri

    RispondiElimina