POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

venerdì, luglio 7

ALCUNE CONSIDERAZIONI SULL'AMICIZIA



Come giudicare certe persone che si sono sperticate in auto-lodi, riguardo a una loro opera, e non hanno accennato minimamente al mio romanzo, pur essendone informate? Di amiche e amici scrittrici/ori e poeti-poetesse, ne ho una marea, e quando hanno saputo del mio nuovo libro, si sono congratulati con me e mi hanno chiesto notizie al riguardo.
Lo stesso vale per il secondo premio che ho ottenuto da poco tempo, relativo una mia poesia su Baudelaire. Anche in questo caso, una lista di congratulazioni. E ringrazio di cuore ognuno di loro, per aver condiviso con me la mia gioia.
Agisco nello stesso modo con gli altri, quando pubblicano una loro opera, (spesso acquisto i loro libri), o ottengono un riconoscimento a un concorso. Il fatto che degli scrittori, che ritenevo amici,  abbiano volutamente ignorato il mio romanzo, mi ha confermato che NON lo sono.
Attendono solo applausi a loro rivolti.
Penso che questo paragone calzi a pennello: è come quando una mano si avvicina al viso, sembra voglia accarezzarlo, e invece gli appioppa uno schiaffone. 
Sembrano puntaspilli, con gli spilli messi al contrario (se lo tocchi, ti pungi!). La smania di ferire le persone per il gusto di farlo, non mi appartiene:
 "Non fare agli altri quel che non vorresti fosse fatto a te" è il mio motto.
Che genere di amici sono, persone che, a conoscenza del fatto che ho "partorito un figlio in fogli" non esternino neppure un grammo di curiosità per sapere se questo figlio ha gli occhi azzurri o neri? Che tipo di amici sono, coloro che non si complimentano per la nascita di una nuova creatura?  
Mi sono posta queste domande e le considerazioni che ne sono scaturite, evidenziano già una risposta.


Danila Oppio












Nessun commento:

Posta un commento