POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

sabato, luglio 15

Recensione di ANNA MONTELLA del romanzo ONEIRIKOS di Danila Oppio

Oneirikos” romanzo di Danila Oppio - Recensione di Anna Montella

"E l'anima, in origine, volando, tutta intera si librava sulle ali"

(Dal "Fedro" di Platone)

La narrazione ha come scenario apocalittico un paesaggio onirico, “sognante”, come il titolo di grande suggestione, “Oneirikos”,  che spicca sulla copertina dai toni vermigli che richiamano alla mente del lettore una nuova alba del mondo con il sole che sorge sopra le nuvole come fossero le ceneri di un mondo che ormai non è più.   

In un'era post- atomica di un imprecisato futuro, con un mondo distrutto, assolutamente diverso da quello conosciuto, la mente disincarnata di una donna, Eve, riesce a mettersi in contatto telepatico con quella di un uomo, Adam, che Eve ha conosciuto in un altro luogo e in un altro tempo e con cui comincia un serrato dialogo mentale, quasi un rapporto epistolare, se ancora esistessero la carta e l’inchiostro.

Un rapporto di amicizia e di stima, le cui affinità elettive sono sopravvissute ai secoli di oblio in cui le entità disincarnate continuano ad esistere su un diverso piano di esistenza che le porta a guardare gli eventi in maniera distaccata - non scevra di una sua intima e dolorosa poesia - dall’alto della loro nuova condizione libera dalle costrizioni della fame, della sete, delle malattie, della morte, della guerra.
Un piano di esistenza in cui si galleggia immemori del tempo che scorre, che sia l’eternità o un battito di ciglia, e con la speranza che ci siano altre entità con cui venire in contatto forse già “andate avanti” su un piano di esistenza superiore, in quel cielo blu che si intuisce oltre la coltre di ceneri radioattive che ricopre il pianeta.   

Adam ed Eve, il primo uomo e la prima donna, il principio maschile e quello femminile, lo Yin e lo Yang, le due forze complementari ed opposte che permettono l’apparizione della vita.

Una scrittura, quella di Danila Oppio, scorrevole e ricca di citazioni colte. Un modo originale per raccontarsi e per raccontare il momento storico di grande confusione e  stravolgimenti che stiamo vivendo.

***

Ps. Ringrazio Danila Oppio per il riferimento, nelle prime pagine di “Oneirikos”, al mio Doppelgänger -L’anima allo Specchio, un romanzo  liberamente ispirato al mondo della comunicazione virtuale.


14 luglio 2017
Anna Montella


Ed io ringrazio Anna, per aver dedicato del tempo alla lettura del mio romanzo, e averne scritto una seria recensione, che ha centrato lo spirito con cui ho scritto il romanzo, a sfondo filosofico.

1 commento:

  1. Danila e Anna, due scrittrici che sicuramente amano una scrittura particolare e attrattiva. Non ho ancora letto il libro, ma sono sicura, dopo aver letto la recensione di Anna Montella, m'incanterà come se fosse magia.

    RispondiElimina