POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione. Recensioni stilate da me e da altri autori. Editoriali vari.
Pubblico poesie, racconti e dialoghi di vari autori.
Vi si possono trovare gallerie d'arte, fotografie, e quant'altro l'estro del momento mi suggerisce di pubblicare.
Sulla banda destra della home page, potete leggere i miei quattro e-book poetici ed altre sillogi di alcuni autori. Così come le riviste online de L'Approdo e de La Barba di Diogene, tutto si può sfogliare, è sufficiente cliccare sulla copertina.
Buona lettura!

sabato, luglio 29

Un giorno ammetteranno...di Silvia Pegah Scaglione

Ripropongo questa bella poesia, di una bellissima donna, attrice, poetessa e altro ancora. 



Un giorno ammetteranno di avermi ingannata
Confesseranno
grideranno ad alta voce di aver inventato la volontà per schernirsi di me. 
Era un gioco, diranno,
Uno scherzo andato troppo oltre, una boutade per passare il tempo. 
E la colpa che mi bussò al petto a chi fece da svago? 
Le risposte puntute mi fissano 
spalancando putride bocche bavose 
ed è tempo delle punizioni, 
sempre
tempo dei rammarichi,
ancora
tempo di nostalgie e di meccanici ‘tornassi indietro 
Sì, vivrei!’ 
Tempo di occhi rivolti in eterno dentro le orbite
girandolfritti
andati in fumo
e il fumo chiamare visione? 
ma il fumo è fumo e quel che rimane 
non è che un lenzuolo bruciato che chiamai vita,
buttato lì,
in attesa di putrefarsi, 
finalmente,
ma senza ansia, 
ecco vagamente, vanamente.
Vuote le parole, vuote le orbite, vuoto il mio grembo, 
vuota l’immaginazione e il cuore mio
Come bavosa crosta glissa tra i giorni, così vuoti di me.

Silvia Pegah Scaglione

Nessun commento:

Posta un commento