POETANDO

In questo blog raccolgo tutti gli scritti, poetici e in prosa, disegni e dipinti di mia ideazione
Un diario dei miei pensieri non segreto, ma aperto a tutti.
E le poesie di amici e poeti illustri, che più mi hanno colpito.
In calce alla home page, così come sulla destra della stessa, potete leggere i miei quattro e-book, basta cliccare sulla copertina, e si apriranno le pagine. Buona lettura!

lunedì, ottobre 31

ALLEGORIA O SIMBOLO? di Roberto Vittorio Di Pietro

La composizione poetica "In un diario odeporico" di Roberto Vittorio di Pietro, è uno dei due distinti capisaldi dell'intera  sua silloge Come conchiglie, liriche. Il diario odeporico, è un vero e proprio trio musicale e un dichiarato omaggio, da parte dell'autore, al post-moderno, anche sotto l'aspetto delle soluzioni formali, che consiste di tre componimenti di taglio poematico:
1) Aux Adieux 2) Packages all-inclusive 3) Scrittori esploratori fuori strada
fra loro inscindibili in quanto, sotto diversi profili di carattere narrativo/teatrale, affrontano uno stesso tema filosofico di valore atemporale. Quale? La risposta si trova in un epigramma a pag. 45 della silloge, dal titolo Allegoria o simbolo?
Quindi, seguendo i suggerimenti dell'autore, qui riportiamo l'epigramma appena citato, e prossimamente saranno pubblicate, in questo stesso contesto, i due successivi componimenti che fanno parte del trio i cui titoli sono ai punti 2 o 3.
Aggiungerei un pensiero di Virginia Wolf,  tratto dalla  seguente dispensa di Di PIetro, e uno di Borges.



"I distintivi ieatici, le divise, le medaglie, le corone, non bastano, non dovrebbero bastare, a contraddistinguere il savio dal folle".

"Se la narrazione di un racconto e la declamazione di una poesia si unissero di nuovo, potrebbe succedere qualcosa di molto importante. Gli uomini non si stancheranno mai di raccontare o di ascoltare storie. E se al piacere che ci venga narrata una storia si aggiunge il piacere della nobiltà del verso, allora sarà accaduta una cosa grande: il poeta sarà nuovamente un artefice – voglio dire che narrerà una storia e la canterà  pure, e non vedremo due cose come non le vediamo distinte in Omero o in Virgilio.

Jorge Luis Borges da” Lezioni americane – Invenzione della poesia”

Johann Wolfgang von Goethe

ALLEGORIA O SIMBOLO?
(Epigramma)

Camicia rossa? o nera? Un sol grigiore
è una bandana pure, o un orecchino,
o quella pelatina, o il baffo altero...
gli impolverati fiori che, al tuo occhiello,
le tinte di natura non le svelano.

Nuda, o personamàschera, veleggia
come lassù la nuvola simbolica
labile forma, tu: tua umana specie,
plurima in sé, sia pluralmente identica
alla sua variegata identità.

Roberto Vittorio Di Pietro

Nessun commento:

Posta un commento